Il portale di informazione in cui troverete notizie su: Attualità, Sport, Economia, Salute, Moda e Società

Influenza suina: primi casi italiani



L’influenza suina è arrivata nel nostro paese.
Fortunatamente sono solo pochissimi casi ma tutti di persone rientrate dal Messico.


Questa malattia, rinominata “Influenza A” per non far crollare il consumo di carne suina, dopo aver fatto il giro del mondo, arriva, anche se in forma lieve, in Italia.
I pochi casi registrati, sono guariti e ora stanno bene.

L’influenza suina è una malattia respiratoria, si diffonde soprattutto nei mesi autunnali o invernali come la comune influenza e i sintomi che può causare potrebbero essere febbre, tosse, sonnolenza, ma anche raffreddore, nausea, vomito, mal di gola e diarrea.
Sono proprio tosse e reffreddore (ma anche un semplice bacio) le probabili cause del contagio da persona a persona, mentre è impossibile contrarre la malattia con il consumo di carne di maiale ben cotta.

Nonostante l’influenza A sia meno pericolosa e letale di quella aviaria, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sta monitorando la situazione cercando di prevenire un’eventuale epidemia, studiando un possibile vaccino e raccomandando come farmaci l’oseltamivir e lo zanamivir e ovviamente sconsigliando qualsiasi “cura fai da te”, ma in caso di dubbi recarsi immediatamente all’ospedale.

I primi casi in Italia riguardavano persone appena rientrate in Italia dal Messico, prontamente soccorsi, curati e velocemente guariti.

404