Il portale di informazione in cui troverete notizie su: Attualità, Sport, Economia, Salute, Moda e Società

Il Consorzio Zipa e le APEA

Il Consorzio Zipa e le APEA

Set 17, 2012



Stiamo attraversando oggi una delle più importanti e disastrose crisi economiche di tutti i tempi, la mancanza di certezze e la sfiducia verso il futuro accompagnano le nuove generazioni. In questo scenario problematico, la risposta deve arrivare non solo dallo Stato, dalle regioni e dai comuni ma anche da imprese e attività private e in questo contesto si colloca il Consorzio Zipa.

La Zipa è appunto il Consorzio delle Zone Industriali della Provincia di Ancona, un ente attivo da oltre 40 anni  nello sviluppo e la promozione delle attività imprenditoriali di tutta la provincia. Il primo insediamento fu nel porto di Ancona a cui seguirono tante altre zone industriali a Jesi, Ancona, Corinaldo, Ostra e Camerano.

Nell’ambito delle sue attività e competenze il Consorzio ha sempre operato una crescita non solo delle zone imprenditoriali ma anche dei servizi offerti atti a creare realtà industriali e commerciali sempre all’avanguardia e competitive. In quest’ottica la Zipa aderisce con orgoglio alle APEA (Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate), tale definizione viene sancita dall’art. 26 del D. Lgs 112/98 che stabilisce che le Regioni  e le Province possano disciplinare con proprie leggi le aree industriali ecologicamente attrezzate, attraverso infrastrutture e  sistemi atti a garantire la tutela della salute, della sicurezza e dell’ambiente.

Così nelle aree industriali di Ostra e di Camerano si stanno approntando aree industriali ecologicamente attrezzate. Ma in cosa consiste precisamente? Innazitutto il Consorzio diventa ente gestore dell’area, mettendo la sua esperienza e competenza al servizio degli imprenditori insediati nell’area (senza ingerenze nelle scelte individuali aziendali), secondariamente il gruppo di aziende e attività, collaborando insieme, si occuperà della gestione diretta di strutture e servizi comuni, nell’ottica di cooperazione, risparmio, salvaguardia dell’ambiente e sviluppo economico.

La forza è rappresentata nella comunità e non attraverso la solita logica del singolo, l’obbiettivo principale è la tutela ambientale attraverso alcuni semplici interventi su:

  • smaltimento dei rifiuti;
  • risparmio energetico;
  • sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • diminuzione dell’inquinamento.

Così perseguendo un obiettivo comune si raggiungono tanti traguardi individuali, dove il benessere della collettività porta giovamento ai singoli imprenditori e soprattutto perché se l’ambiente vince l’economia vince, solo così si può pensare ad un serio rilancio del nostro paese nell’economia mondiale alle soglie del 2013!

404