Il portale di informazione in cui troverete notizie su: Attualità, Sport, Economia, Salute, Moda e Società

Addio tacchi alti, il benessere non ha prezzo!

Addio tacchi alti, il benessere non ha prezzo!

Apr 10, 2013



Da sempre le scarpe con i tacchi alti sono ritenute un oggetto di culto e fascino, dai tacchi a spillo di 12 cm fino ai tacchi dal design meno longilineo, tutti gli stilisti e i registi più famosi del mondo hanno reso omaggio all’accessorio più amato e immortalato nelle pellicole dei film.
Uno dei motivi principali che rende la scarpa con il tacco un oggetto tanto indossato è da ricercare non solo nella figura dell’oggetto stesso ma anche nel risultato che esso provoca in tutta la silhouette del corpo, infatti il rialzamento del tallone costringe l’irrigidimento dei muscoli principali della gamba, dal polpaccio alla coscia fino ai glutei, accentuando così maggiormente le forme.
Il rovescio della medaglia dei tacchi è però l’esigente prezzo che essi richiedono: il dolore, il classico vecchio detto, “se bella vuoi apparire, un pochino devi soffrire” non è stato coniato a caso, anzi forse proprio da chi, pur non rinunciando al fascino del tacco, ne soffriva per l’indolenzimento al piede che a fine serata sopraggiungeva inevitabilmente.tacchi alti e curve
Con il passare degli anni l’industria calzaturiera, ha migliorato con notevoli, è il caso di dire, passi da gigante, cercando di unire al design delle scarpe, sia da uomo che da donna, la comodità, ma, il fascino di scarpe vertiginose è rimasto ahimé invariato. Il corretto movimento motorio coinvolge tutta la pianta del piede che deve poggiare completamente , facendo rollare i piedi dal tacco alla punta. Per questo motivo le scarpe con i tacchi, che costringono quasi tutto il peso del corpo a concentrarsi sulla punta dei piedi, non sono ritenute dai medici specialisti, calzature adeguate per essere indossate tutti i giorni, anzi possibilmente solo in rare occasioni.

Il piede è una parte molto importante del nostro corpo e quando camminiamo distribuisce il nostro peso cercando di compensare per mantenere l’equilibrio, e, se la postura non è corretta tutto il fisico ne risente, soprattutto la schiena. Un supporto maggiormente ergonomico sarebbe preferibile specie per accompagnare e sostenere la curva della pianta del piede, ci sono però altre scarpe altrettanto comode come ad esempioscarpe ballerine le ballerine che seppur prive di questo supporto almeno evitano patologie gravi come la formazione dell’alluce valgo (per cui oggi esiste un intervento alluce valgo non invasivo e veloce che risolve in maniera drastica questo doloroso problema) o l’incurvamento delle dita del piede.

Alluce valgo come guarire

Sia che si tratti di eleganti sandali infradito, di ballerine, o di stivaletti senza tacco, il mondo delle calzature offre molte alternative da indossare di stile, ed è importante poi riflettere sul fatto che ogni donna è affascinante a modo suo e non sarà certo una scarpa ad evidenziarne il fascino soprattutto se poi questa a lungo andare ne determinerà una patologia che metterà a rischio la salute dei propri piedi. Le altre culture, come quelle indiane o arabe, ci insegnano che l’avvenenza dei piedi delle donne non va nascosta ma anzi liberata per danzare, una scarpa con il tacco non potrà mai competere con i magnifici e bellissimi piedi nudi decorati con tatuaggi all’hennè delle danzatrici del ventre, o degli altrettanto affascinanti piedi delle danzatrici indiane, che con semplici infradito accompagnano le loro caviglie con cavigliere in corda e argento e ci ricordano che il fascino sta nella persona non negli oggetti che si indossano e che spesso gli oggetti assumono fascino, grazie a chi li porta.

404