Il portale di informazione in cui troverete notizie su: Attualità, Sport, Economia, Salute, Moda e Società

Il Vaticano potrebbe comprare una fabbrica di viagra

 

La notizia l´hanno data Milano Finanza e poi Libero.° Procediamo per gradi.

Dunque, tre anni fa, la Congregazione dei Figli dell´Immacolata Concezione – uno degli infiniti enti che fanno capo al Vaticano – ebbe a rilevare dalla Pfizer-Pharmacia (la società  che produce il Viagra), un centro di ricerca ubicato a Nerviano. Nei pressi di Milano. Il centro in questione, è uno dei più importanti e rilevanti al mondo, per la ricerca nel campo dei farmaci anti-tumorali. In più, l´operazione del Vaticano, consentì – attraverso l´acquisizione del centro di ricerca – di salvare 400 posti di lavoro. Messi a rischio, appunto, dalla volontà  della Pfizer di chiudere il centro in questione. Ora si ripresenta un caso analogo.Sempre a Nerviano, infatti, la Pfizer conserva un centro di produzione di Viagra (altri ce ne sono a Latina, Ascoli Piceno e Pisticci). E sarebbe intenzionata a chiuderlo: con ciò mettendo a repentaglio il posto di lavoro di 300 dipendenti. Ecco quindi farsi largo – tra gli interessati all´acquisto – la Congregazione dei Figli dell´Immacolata Concezione. I cui membri: “Si propongono di raggiungere la perfetta carità  con la professione dei consigli evangelici, seguendo con maggiore libertà  Cristo povero, vergine e obbediente, di imitarlo più da vicino e di testimoniare l´amore agli uomini. Essi si dedicano secondo il carisma del loro Fondatore alla cura degli infermi e all´educazione della gioventù orfana, abbandonata e bisognosa di assistenza“. Non c´è dubbio che se la Congregazione dovesse aggiudicarsi l´acquisto del centro di produzione della Pfizer, lo utilizzerebbe per produrre farmaci anti-tumorali e contro l´Aids.

Però° la notizia è singolare.

E fa sorridere.

 

 

 

404